Antifurto – Antintrusione

 SISTEMA DI ALLARME RESIDENZIALE

I nostri sistemi antintrusione rappresentano la difesa ATTIVA della nostra abitazione. Installare un sistema di sicurezza, significa innanzitutto scegliere, secondo le nostre esigenze, tra diversi tipi di apparecchiature che ci permettono di segnalare la presenza di intrusi. Creare soluzioni su misura, in base alle specifiche esigenze di ogni cliente è IL NOSTRO OBBIETTIVO. Per realizzare i nostri impianti ci basiamo su un’analisi precisa e puntuale relativa al tipo di abitazione, della sua ubicazione, dei varchi di accesso e soprattutto dello stile di vita di chi ci abita. Gli impianti da noi installati sono relazionati al livello di protezione realmente necessario al privato, cosi come anche ad attività commerciali o ad aziende dove i sistemi di sicurezza prevedono un diverso valore di protezione. La casa in periferia, l’appartamento nella metropoli, la villetta fuori città, saranno protette in modi diversi anche a seconda di chi le vive, del contesto che le circonda, di come si presentano i punti di accesso e così via: NON ESISTE UN PACCHETTO UGUALE PER TUTTI.

TRE TIPI DI IMPIANTI:

IMPIANTO CLASSICO CON FILI:
Si tratta di un sistema di allarme standard i cui dispositivi sono tra loro collegati tramite cavi elettrici, in genere inseriti sotto traccia all’interno delle pareti. La definizione tecnica è “sistema cablato”. Viene spesso utilizzato in caso di nuova costruzione, di ristrutturazione o laddove esiste già una predisposizione tecnica.

IMPIANTO SENZA FILI:
Si tratta di un sistema i cui dispositivi comunicano tra di loro sfruttando onde elettromagnetiche. L’alimentazione è data da batterie a lunga durata. La definizione tecnica è “sistema wireless”.Viene utilizzato soprattutto per evitare opere murarie, pertanto si possono installare in qualsiasi momento.

IMPIANTO MISTO:
Si tratta di un sistema in cui alcuni dispositivi vengono collegati in modo CABLATO (generalmente centrale e sirena) e WIRLESS (contatti perimetrali, rilevatori ecc..).

Vi ricordiamo che tutti i TRE TIPI DI IMPIANTI, per il loro corretto e monitorato funzionamento, richiedono una MANUTENZIONE ANNUALE, così da poter preservare perfettamente il sistema nel tempo.

casa_antifurto_finita

 I COMPONENTI DELL’IMPIANTO:

LA CENTRALE:
E’ il “cervello” dell’impianto, coordina e gestisce tutti i componenti del sistema. Tramite la centrale programmiamo e configuriamo ogni singolo dispositivo ad essa collegato. È inoltre in grado di rilevare guasti o problemi all’impianto. Una delle funzioni principali della centrale è quella di captare ed elaborare i segnali emessi da  dispositivi annessi, per poi trasmettere i comandi che attivano il nostro sistema.

I SENSORI E RILEVATORI:
Sono i dispositivi che rilevano il tentativo di intrusione e lo inviano alla centrale, che dopo averlo elaborato fa partire l’allarme. Si suddividono in due principali tipologie: Volumetrici e Perimetrali; possono essere infrarossi attivi, infrarossi passivi, microonde, di movimento e, a doppia tecnologia. Grazie alle nuove tecnologie esistono sensori che possono discriminare la presenza di animali domestici.

SEGNALATORI ACUSTICI:
Quando la centrale riceve un segnale dai sensori/rilevatori, in caso di intrusione , trasmette l’allarme azionando per prima cosa le sirene. Esistono modelli sia per interno che per esterno, ed in caso di allarme emettono un suono accompagnato spesso da un segnale luminoso.

COMBINATORE TELEFONICO:
E’ un dispositivo fondamentale che va integrato nella centrale. La sua funzione è quella di avvisare tramite messaggi e/o telefonate, tutti i numeri telefonici preimpostati al suo interno.

CONTROLLI DEL SISTEMA:
Le centrali possono essere gestite attraverso vari dispositivi quali: tastiere, telecomandi e chiavi elettroniche. Le centrali tecnologicamente più avanzate possono essere gestite anche da remoto tramite smartphone.